martedì 31 agosto 2010

Giovedì in edicola "LA MIA PENISOLA" ricco di notizie e di esclusive

SORRENTO - "Esplode l'idiozia" è il titolo di apertura del prossimo numero de LA MIA PENISOLA, settimanale d'informazione diretto da Giuseppe Damiano, in edicola il giovedì. I "pacchi esplosivi" dell'unabomber sorrentino possono aver innescato anche un meccanismo emulativo per cui si registrano segnalazioni ed episodi in diverse zone della penisola. Un fenomeno idiota che sta danneggiando l'immagine della Costiera, creando qualche preoccupazione e impegnando le forze dell'ordine in una caccia che non sembra dare buoni risultati. Aggressione al sindacalista dei tassisti sorrentini Nicola De Gennaro: gli operatori abusivi una piaga da contrastare, ma l'Amministrazione non ha un piano. A Piano di Sorrento colpo di mano dell'Ufficio Tecnico sul parcheggio di Via San Michele: silenzio-assenzo secondo l'ing. Maresca, ma si ribella il WWF. A Massalubrense è scontro tra Balduccelli e il sindaco Gargiulo sui lavori alla scuola "Pulcarelli" e slittano i "Lavori allo stadio cerulli". Restando a Massalubrense, località Sant'Agata, la denuncia del WWF sul parcheggio interrato. A Piano di Sorrento il PD parla delle prossime elezioni comunali con Luigi Ponticorvo. A Meta il gruppo consiliare di Gianfranco D'Alessio pronto all'ingresso in maggioranza. Il Sindaco di Sant'Agnello Gianmichele Orlando replica alle accuse degli ex assessori Antonio Coppola e Antonino Castellano.
La nuova strategia di promozione artistico-culturale dell'Assessore provinciale Pietro Sagristani e del sindaco Giuseppe Cuomo. Pronta per la B1 la MSC Volley. "Sorrento capitale d'Italia" nella ricostruzione storica di Nino Cuomo.

Etichette:

Sant'Agnello, continua su Agorà la controffensiva di Antonio Coppola al sindaco Orlando

Antonio Coppola
SANT'AGNELLO - La storia è di quelle già viste, almeno fino a dicembre 2009, quando il consigliere Antonio Coppola (Impegno Nascente) "sotterrò l'ascia di guerra" (?) per fare il suo "ingresso trionfale" nella giunta-Orlando dove veniva nominato assessore il 14 gennaio 2010. Da allora tutto bene in amministrazione visto che la stampa ha taciuto, nè ha verificato se c'è stato un cambio di passo nell'amministrazione "rafforzatasi" per l'arrivo di A.Coppola. Un silenzio durato fino al 24 giugno scorso quando Orlando ha azzerato l'esecutivo aprendo una verifica in due tempi conclusasi, la scorsa settimana, con la nomina del sesto assessore, Giuseppe Coppola ('62), e lasciando all'opposizione Antonio Coppola. Per tutta l'estate il Consigliere si è premurato di compromettere il meno possibile l'eventualità del suo ritorno in giunta, ma alla fine Orlando l'ha mollato ed a Coppola non è restato altro da fare che ridar fuoco ai suoi cannoni e a far parlare i giornali di quanto è cattivo Orlando, di quanto è scontenta Sant'Agnello. Con un dubbio, però, affidato al settimanale Agorà tornato in edicola dopo le ferie d'agosto: "Ma chi mi ha scaricato? Orlando o pure Sagristani?". Quesito amletico...Che certamente non sta facendo dormire sonni tranquilli ai cittadini di Sant'Agnello preoccupati che A.Coppola non ricopre più responsabilità di giunta! E a seguire, nella riflessione giornalistica di A.Coppola, la solita litania dei danni, delle deficienze e delle minacce per le tasche dei santanellesi causate dall'operato del Sindaco e dei suoi collaboratori affezionati alla poltrona.
Ma torniamo al dubbio di A.Coppola e cioè: Sagristani, che pure a suo dire l'avrebbe avuto in gloria fino a qualche mese fa, l'ha sacrificato sull'altare della real politik? Stando alle informazioni in nostro possesso, il neo Assessore provinciale al turismo ha preso (ma non da oggi) le distanze dall'amministrazione santanellese e dai diversi protagonisti sulla scena, impegnato com'è a svolgere il proprio ruolo in Provincia al termine di una stagione politica regionale molto delicata e che ancora vive momenti di grandi tensioni per l'eventualità di uno scioglimento anticipato delle Camere che porterebbe il Paese alle elezioni politiche anticipate.
Questioni un tantino più importanti rispetto alle "beghe comunali e paesane" che per la verità hanno ammorbato non poco l'opinione pubblica che, stando ai nostri rilievi, neanche le segue più di tanto! Sagristani avrebbe confidato ai suoi più stretti collaboratori di sentirsi parecchio lontano da tutti gli attori attualmente in campo sullo scenario amministrativo locale e che il suo lavoro è alla Provincia dove insieme al collega consigliere Raffaele Apreda è impegnato ad affrontare problemi molto importanti anche nell'interesse della Penisola Sorrentina, come ha fatto per il passato e come continuerà a fare.
Allora, e questo lo aggiungiamo noi, tirarlo ancora per la giacca da parte di chicchessia è evidentemente strumentale e al gioco Sagristani, politico non di primo pelo, assolutamente non si presta! A gennaio l'ingresso in giunta di A. Coppola, secondo il Sindaco, era a termine: tra l'altro incombevano le elezioni e non era il caso di agitare le acque! Anche per questo gli è stata affidata una delega di secondaria importanza (ma, aggiungiamo, l'importanza delle deleghe la fa l'abilità dell'assessore!) cui non hanno corrisposto un impegno al Comune e una partecipazione attive da parte dell'ex assessore. Orlando, a riguardo, parla con i numeri alla mano: cioè con le pochissime partecipazioni di A. Coppola alle sedute di giunta e di consiglio. Inoltre, avendo egli concorso ad approvare atti coi quali sono state finanziate le manifestazioni che si realizzano, peraltro da anni a Sant'Agnello, l'ex assessore A. Coppola secondo il Sindaco e anche gli altri Assessori, è il meno indicato a giudicare come sperpero di denaro quelle spese. Piuttosto bene avrebbe fatto ad opporsi in giunta adducendo  le stesse motivazioni di oggi (nessuno glielo avrebbe potuto impedire!) e lasciando così traccia della sua contrarietà a questi finanziamenti e scaricandosi della connessa responsabilità. Invece non l'ha fatto e quindi dovrebbe esimersi dalle critiche, almeno queste, frutto di un'oggettiva inesperienza politica e amministrativa per la quale oggi si ritrova fuori dalla giunta, ai margini della politica locale e soprattutto orfano di un terzo consigliere, Salvatore Guarracino, organico ormai alla maggioranza di Orlando. A questo punto A. Coppola parla solo per sè stesso o quasi, visto che l'altro consigliere, l'ing. Aniello Marone, non nasconde qualche mal di pancia per come è stato sin qui gestito l'impegno amministrativo dal suo capogruppo e presto anch'egli sceglierà la strada da intraprendere se non intende restare al palo di un'esperienza elettorale (quella di Impegno Nascente) di fatto abortita e senza alcuna prospettiva.
Ad A. Coppola potrebbe aggregarsi l'altro ex assessore Antonino Castellano, anch'egli in rotta di collisione con Orlando che l'ha estromesso dalla giunta allorquando Castellano ha avuto l'ardire di dichiararsi pronto a fare il sindaco alle prossime elezioni, cioè fra circa 3 anni. Sicuramente, e senza alcun pregiudizio, non può nascere attorno a questa coppia l'alternativa a Orlando, anche perchè sono diverse le motivazioni che stanno alla base del loro impegno e dei loro interessi in politica! Si prospetta allora un nuovo braccio di ferro in amministrazione? E con quale obiettivo? Mandare anticipatamente a casa Orlando per ritornare alle urne magari nella prossima primavera? A.Coppola e Castellano non hanno la forza, nè i mezzi per riuscire nell'impresa. Potrebbero allearsi con il presidente del consiglio Gianni Salvati e con il consigliere Mario Coppola e tentare di individuare qualche possibile "franco tiratore" che si impegni apertamente a far cadere Orlando? E' difficile che ci riescano, anche perchè un ritorno anticipato alle urne metterebbe sicuramente fuori gioco, tutti o quasi, questi consiglieri anche in considerazione della riduzione dei seggi prevista dalla legge. E allora? Per Orlando&company si tratta perciò di rassegnarsi a convivere con le critiche e con le contrapposizioni di alcuni consiglieri in attesa della verifica elettorale che sicuramente spazzerà via dubbi, equivoci e figure, dall'una e dall'altra parte, inadeguate a svolgere una funzione pubblica, di governo o di opposizione che sia.
In effetti fare l'opposizione non è cosa semplice: richiede impegno e sacrificio, capacità di approfondire gli argomenti e di mettere in atto strategie politico-amministrative coerenti in vista di un fisiologico confronto elettorale che potrebbe premiare anche chi è stato all'opposizione se riesce a far fruttare il proprio operato col consenso degli elettori!
Gianni Salvati
Ma è esercizio molto più complesso e articolato, oltre che svantaggioso, fare  seria e costruttiva opposizione con l'intento di accreditarsi agli occhi degli elettori come classe dirigente autorevole: più comodo è stare in maggioranza o fare l'assessore!
Allo stato a Sant'Agnello c'è un deficit assoluto di classe dirigente, ha sentenziato qualche giorno fa il presidente del consiglio Gianni Salvati, per cui è bene che ognuno cominci a fare i propri conti...

Etichette:

Arbore cementa l'alleanza Cuomo-Sagristani

SORRENTO - Il successo del concerto di Renzo Arbore ha galvanizzato Sorrento ma soprattutto ha confermato la validità delle scelte logistico-organizzative, oltre che tecnico-artistiche, di Comune e Provincia di Napoli unite per l'occasione. Soddisfatti i promotori dell'evento, il sindaco Giuseppe Cuomo e l'assessore provinciale al turismo Pietro Sagristani che così hanno commentato la serata:
«La scelta della location era per noi un esperimento e mi sembra che tutto sia andato per il meglio - dichiara il sindaco Cuomo - La collaborazione con la Provincia non poteva avere battesimo migliore. Sia con l'assessore Sagristani che con la Fondazione Sorrento siamo già al lavoro per l'organizzazione degli eventi natalizi». Sulla stessa frequenza l'assessore Sagristani che commenta: "Siamo soddisfatti del successo di pubblico al concerto di lunedì che ha visto esibirsi Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana. E' un risultato che premia gli sforzi dell'amministrazione provinciale per promuovere grandi eventi in grado di valorizzare i nostri territori e riadeguare l'offerta turistica agli standard di qualità e di eccellenza richiesti. Questo è solo l'inizio di un ambizioso progetto che mira a creare in costiera un nuovo modello di sistema turistico da esportare in tutta la provincia".

lunedì 30 agosto 2010

Intervista a Flora Beneduce coordinatrice provinciale dei Club della Libertà

VICO EQUENSE - Le vacanze estive sono alle spalle, ma il caldo – sia quello atmosferico che quello della politica nazionale – non accenna a placarsi. È in questo contesto che si inserisce l’impegno sul territorio di Flora Beneduce, coordinatrice provinciale dei Club della Libertà.
Dottoressa Beneduce, in questo agosto rovente il suo nome è circolato in rete e sui quotidiani. Ha deciso di non concedersi vacanze?
Le idee e i valori non vanno in vacanza. Io continuo a svolgere le mie attività anche sotto l’ombrellone. Del resto, la tecnologia rende possibile un aggiornamento costante e un contatto quotidiano con le persone. Attraverso Facebook comunico con gli amici e cerco di divulgare i successi del governo Berlusconi.
Ha preso in parola l’appello del presidente ai Club?
Certo. Io sono un’attivista nell’accezione più autentica. I Club sono associazioni importanti per promuovere l’attività dell’esecutivo. Ogni occasione è quella giusta.
Anche la festa che ha organizzato nella sua villa a Capri?
Sì. I momenti di incontri, sia quelli mondani e modaioli, sia quelli prettamente politici, possono lanciare spunti di riflessione e offrire ai partecipanti nuove prospettive sugli eventi.
Per esempio sulla casa di Fini a Montecarlo…
Quella situazione non penso abbia bisogno di interpretazioni particolari. A me sembra abbastanza chiara…
Si andrà al voto?
Questo non lo so. Sono sicura, però, che in democrazia il volere del popolo è sovrano. E questo valore non è negoziabile. Se sarà necessario torneremo a votare e il Pdl mostrerà ancora una volta la sua forza. Non dimentichiamo che il governo ha traghettato l’Italia fuori dalla crisi, senza mettere le mani in tasca agli italiani. È stato necessario stringere la cinghia, ma i cittadini hanno dimostrato di aver letto bene la contingenza storica.
Lasciamo la politica nazionale. In primavera le è stato affidato l’incarico di responsabile nazionale ambiente e sanità di FareAmbiente. Di cosa si occupa questa associazione?
Si tratta di un enorme movimento di ambientalisti che perseguono il progresso senza arroccarsi su posizioni proibizionistiche. Gli associati ritengono che sia fondamentale per la società civile uno sviluppo sostenibile, che possa diventare un modus vivendi, non una bandiera ideologica issata contro il liberalismo e la democrazia.
Come si diffonde questa idea alternativa di salvaguardia dell’ambiente?
Sono convinta che bisogna sensibilizzare le coscienze e non spaventarle con il fantasma del “no”. È necessario entrare nelle famiglie, nelle scuole, nelle imprese. Con questi nuclei sociali bisogna entrare in comunicazione e fare sistema, per poter promuovere un progetto comune in cui l’uomo è il garante del creato. Dobbiamo dire ai nostri ragazzi che il rispetto dell’ambiente è rispetto di noi stessi. Dobbiamo insegnare che ciascuno è il costruttore di un mondo che può e deve essere più vivibile.
Ha accennato ai giovani. Cosa si può fare per renderli protagonisti della vita sociale e politica?
Io credo molto nei Forum che stanno nascendo e sono convinta che gli sportelli Informagiovani possano diventare centri propulsivi di cultura e partecipazione. Questi circuiti rappresentano un’apertura alla società civile. Io sono una mamma, per cui ho molto a cuore le possibilità che possono essere offerte ad adolescenti e universitari. Mi auguro che la riforma delle Università consenta finalmente di riconoscere il merito.
Progetti per l’immediato futuro?
Le preannuncio un convegno per il prossimo mese. Per il resto, continuerò a farmi portavoce delle esigenze dei cittadini presso i coordinatori regionali del partito e lavorerò con i Club per essere promotrice di libertà, così come vuole il premier.

Etichette:

A Mirabello la festa tricolore di Futuro e Libertà

Ecco in anteprima la grafica che farà da sfondo a tutti gli eventi più importanti della Festa tricolore “Futuro e Libertà” di Mirabello, tra cui l’intervento conclusivo del Presidente della Camera, Gianfranco Fini, previsto per domenica 5 Settembre alle ore 18. La Festa di Mirabello sarà l’occasione per far incontrare tutti gli iscritti (più di 10.000), tutti i circoli di Generazione Italia sparsi nel Paese (sono quasi 400) e i più di mille amministratori locali che hanno aderito all’appello “io sto con Fini” lanciato dal nostro sito. Questo fondale che pubblichiamo in esclusiva ha un concept che ha due stelle polari. Il futuro e l’Italia. L’onda tricolore raffigura i colori della nostra Nazione e rappresenta una forza che unisce e cresce sempre di più. Per l’Italia. Ma l’onda tricolore ha anche una forma a “doppia v”, che simboleggia il linguaggio del web, della modernità, dello spontaneismo che è la vera forza di Generazione Italia e di tutto l’universo finiano. E la modernità rappresenta anche una nuova politica, di cui in Italia se ne sente tanto bisogno, e soprattuto un nuovo modo di fare politica, fatto di libertà, partecipazione, spontaneismo e democrazia interna ai partiti. Futuro e Libertà.

Etichette:

WWF: "A Sant'Agata un parcheggio illegittimo e pericoloso"


Nel comune di Massa Lubrense, sul corso S.Agata, alle spalle della farmacia, è presente una vasta area utilizzata come parcheggio a raso di autoveicoli. Tale area, che appare in una situazione di abbandono e degrado, altro non è che la copertura di una autorimessa interrata per autoveicoli realizzata già diversi anni fa. Sul perimetro si osservano muri in cemento, coperti da scritte e murales, e muretti divisori predisposti al probabile contenimento del terreno…tubolari arruginiti, materiali edili e lamiere…ma nemmeno l’ombra di un albero!!! Inoltre lungo tutto il perimetro dell’area di sosta sovrastante l’autorimessa interrata sono presenti veri e propri “baratri”, costituiti dai cavedi di areazione e dai dislivelli (di alcuni metri) con le rampe di accesso ai garage interrati sottostanti che, senza idonea recinzione e/o transennamento, costituiscono un serio pericolo per l’incolumità delle persone che vi transitano e /o utilizzano l’area. Con nota inviata alla Procura della Repubblica e alle autorità competenti il WWF Penisola Sorrentina ha chiesto di verificare se nella realizzazione del parcheggio interrato in questione siano stati rispettati tutti gli obblighi di legge, con particolare riferimento alla sistemazione a verde della copertura delle strutture, conformemente alla Legge 19/01 che al comma 7/quater testualmente recita: “L’inosservanza degli obblighi di cui ai commi 7bis e 7ter comporta l’acquisizione al patrimonio comunale secondo le procedure di cui all’art.31 del DPR n.380/01”
Ovvero: qualora non sia stata risistemata l’area sovrastante i parcheggi interrati con adeguato spessore di terreno ed adeguato reimpianto di alberi ed arbusti in eguale numero, specie ed età dei preesistenti, i comuni hanno l’obbligo di procedere all’acquisizione del bene ai sensi dell’art.31 del DPR 380/01. Inoltre il WWF ha chiesto di accertare se sussistano situazioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità nell’utilizzo dell’area non “idoneamente transennata”.
Riveste importanza decisiva - dichiara Claudio d’Esposito Presidente del WWF Penisola Sorrentina - la verifica che sia stato rispettato l’obbligo di sistemazione a verde dovendosi in difetto procedere all’acquisizione del bene. Riteniamo che quello dei parcheggi interrati sia un “grosso affare”, ormai smascherato, che sta portando all’arricchimento di taluni (sempre gli stessi) ai danni del territorio e del paesaggio. La tesi del WWF Penisola Sorrentina, in ordine all'illegittimità della sequela di provvedimenti coi quali i Comuni della Penisola stanno autorizzando la realizzazione di parcheggi interrati con espianto di agrumeti storici, oltre all'avallo del Settore Urbanistico della Regione Campania, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, delle numerose sentenze emesse dal T.A.R. Campania, dei diversi pareri già espressi dalla Soprintendenza, ha trovato di recente ulteriore conferma nella pronuncia dei Supremi Giudici Amministrativi (CdS sentenza n.4801 del 21 luglio 2010) riguardante, per l'appunto, la realizzazione di parcheggi in aree libere (terreni agricoli destinati ad agrumeti, per intenderci) con vincolo di pertinenzialità da perfezionare in un momento successivo alla loro costruzione. Ebbene il Consiglio di Stato ha dichiarato, nel senso auspicato dal WWF, che la realizzazione di tali parcheggi è subordinata al rispetto della normativa vincolistica gravante sull'area a tutela del pregio paesistico (ovvero nel rispetto dei vincoli di cui alla legge regionale 27 giugno 1987 n. 35). I giudici amministrativi hanno infatti precisato che, sebbene la legge regionale sui parcheggi stabilisca che la loro realizzazione possa avvenire anche in deroga agli strumenti urbanistici, tale deroga riguarda solamente gli stessi strumenti urbanistici comunali e giammai le norme di legge, quali quelle contenute nel Piano Urbanistico Territoriale dell'area Sorrentino-Amalfitana.”

Sorrento, il giorno di Arbore. Stasera alle 21.30 concerto a Piazzale Correale

Piergiorgio Sagristani, ass. prov.le al turismo, col sindaco Giuseppe Cuomo
SORRENTO - L'appuntamento è fissato per questa sera, alle 21.30, a Piazzale Correale nell'area sovrastante il nuovo parcheggio multipiano che resterà accessibile fino alle 20.30, dove si terrà l'atteso concerto di Renzo Arbore e dell'Orchestra Italiana, voluto dall'Assessore Provinciale al Turismo Pietro Sagristani per chiudere in bellezza gli eventi dell'estate sorrentina. L'assessore al turismo Gaetano Milano ha predisposto un piano di accesso all'area che può ospitare fino a 2000 persone, e una serie di controlli finalizzati a consentire il regolare afflusso e deflusso del pubblico, ma anche delle auto che saranno ospitate i ntutte le aree parcheggio circostanti il Piazzale. Soddisfatto per l'evento il sindaco Giuseppe Cuomo che in occasione della conferenza stampa di presentazione del concerto ha ringraziato Sagristani per aver voluto regalare alla città e ai suoi ospiti questo concerto con un'artista di livello internazionale che peraltro ha un'antica familiaritià con Sorrento e con i Sorrentini. Tutto pronto quindi per la kermesse, metereologia permettendo visto l'addensarsi di nubi che sembrano far capolino per aiutarci a salutare l'estate che se ne va.

Etichette:

domenica 29 agosto 2010

Barman in passerella a Villa Fondi l'1 settembre

PIANO DI SORRENTO - Evento magico il 01 settembre 2010 dalle ore 18.00 nei giardini di Villa Fondi De Sangro a Piano di Sorrento con la III Edizione Barmen in Passerella Premio Anna Giordano. La III Edizione di “Barmen In Passerella” vuole essere anche l’occasione per ricordare Anna Giordano moglie di Nino Giordano, Fiduciario A.I.B.E.S. della sezione Campania dal 1981 al 2002, ha collaborato attivamente alla conduzione della vita associativa ed alla realizzazione di alcune iniziative della Sezione A.I.B.E.S. Campania. Per la Sezione Campania rappresentava un rifermento per molti aspiranti barman e non era mai avara nel regalare un sorriso e un incoraggiamento.
Gli ideatori della manifestazione, il Vice Fiduciario della Penisola Sorrentina Luigi Gargiulo, Alfonso Lazzazzera e i barman della Penisola Sorrentina supportati da Nino Giordano presentano l’evento Barmen in Passerella 2010 che prevede una gara di “Cocktail Free”; gara di “Intaglio Di Frutta e Verdura” e “Gara di Giovani Promesse”. Il concorso prevede la partecipazione di Sedici barmen che presenteranno un cocktail di fantasia categoria free, otto barmen in veste di intagliatori di frutta e verdura che realizzeranno scenografiche sculture con tema il mare e la richiesta di quattro decorazioni differenti: una al “Bicchiere”, una al “Piatto”, una per “Dessert” e una da “Buffet” in un tempo massimo di 120 minuti, e infine quattro allievi meritevoli che frequentano gli Istituti Alberghieri della Campania che avranno modo di esprimersi al meglio grazie all’insegnamento ricevuto dai loro docenti. Quest’ultima categoria, intitolata “Premio Giuseppe Maresca” in occasione del centenario del fondatore dell’omonima torrefazione, è una delle novità della Terza Edizione di Barman in Passerella 2010. Le “giovani promesse” dovranno presentare un “After Dinner al Caffè”.
All’evento parteciperanno: Prof. Giovanni Ruggiero Sindaco del Comune di Piano di Sorrento; Cap. Giancarlo D’Esposito Consigliere Delegato al Turismo e Spettacolo e il Dott. Carlo Pepe Funzionario Delegato Spettacolo e Cultura del Comune di Piano di Sorrento che da subito hanno accolto con notevole interesse la manifestazione giunta alla sua terza edizione che rappresenta “l’evento magico” di fine estate grazie alla complicità dell’incanto di Villa Fondi con il suo ampio parco a picco sul mare. Interverranno inoltre il Presidente dell’A.I.B.E.S Giorgio Fadda; Francesco Reder Fiduciario dell’A.I.B.E.S Campania; Giovanni Di Somma e Pasquale Riccio Consiglieri Nazionali A.I.B.E.S., il Presidente della Pro Loco Piano di Sorrento Domenico Cinque.
Durante la manifestazione ci sarà un’esibizione dei Barmen Alessandro Mas e Luigi Sgaglione, Campioni Regionali e Nazionali della categoria “Flair”, disciplina che tanto appassiona soprattutto le nuove generazioni.
Fervono i preparativi e gli organizzatori hanno in serbo molte altre novità e assicurano una terza edizione super magica con complice l’incanto di Piano di Sorrento.
L’evento sarà presentato dallo showman Andrea Casta che con la sua verve ed eleganza animerà la serata con la collaborazione di Peppe Locria.
L’Associazione Culturale Giovani del Sud presieduta dal giornalista Lello La Pietra curerà il resoconto della manifestazione sul web.
Per altre curiosità e aggiornamenti consultare il sito ufficiale: http://www.barmeninpasserella.com/
Video promo dell’evento
http://www.youtube.com/watch?v=MNmBX8jvxfs

Italia dei Valori: solidarietà ai marittimi della Tirrenia e sull'agricoltura "richiamo" al Comune di Sorrento

In riferimento alla attuale problematica relativa all’apertura della fase di amministrazione straordinaria della “Tirrenia di Navigazione S.p.A.”, il partito “Di Pietro - Italia dei Valori” - Sezione di Sorrento (NA), esprime la massima solidarietà nei confronti dei numerosi marittimi della penisola sorrentina che da sempre hanno contribuito alla crescita della principale società di navigazione italiana, apportando professionalità e competenza. Il nostro impegno” afferma l’avv. Giovanni Antonetticonsisterà nell’utilizzare tutti gli strumenti parlamentari attraverso i nostri rappresentanti a Roma, On. Antonio Palagiano ed Aniello Di Nardo, affinché si eviti di suddividere le attività aziendali della società di navigazione, scongiurando il pericolo del cosiddetto spezzatino; unica via percorribile, dal nostro punto di vista, è quella di rassicurare i lavoratori procedendo, con l’imprenscindibile collaborazione con i sindacati e nel perimetro della legge Marzano, al risanamento dell’azienda ed alla salvaguardia dei livelli occupazionali, assicurando i collegamenti marittimi durante l’intero periodo annuale”.

AGRICOLTURA A SORRENTO

In riferimento all’istituzione del “Tavolo permanente dell'agricoltura della penisola sorrentina” costituito in data 4 agosto 2010, il partito “Di Pietro - Italia dei Valori” - Sezione di Sorrento (NA), esprime nei confronti del Comune di Sorrento e dell’Assessorato competente il proprio disappunto, avendo appreso, con grande stupore, il mancato invito del proprio esponente di riferimento sul territorio, Sen. Aniello Di Nardo, attuale membro della 9ª Commissione permanente Agricoltura e produzione agroalimentare al Senato della Repubblica, oltre ad aver ricoperto la carica di Sottosegretario di Stato alle politiche agricole e forestali nel periodo 1999-2000.
Il Dott. Di Nardo, oltre ad essere un parlamentare di riferimento della penisola sorrentina, ha ricoperto negli anni incarichi di rilievo nel settore agroalimentare” afferma l’avv. Giovanni Antonettie sono proprio questi motivi per i quali ci risulta incomprensibile la volontà dell’amministrazione comunale di non avvalersi della sua professionalità al fine di realizzare concrete sinergie collaborative per il nostro territorio ed i nostri operatori, indipendentemente dagli schieramenti politici di appartenenza"; ci auguriamo continua Antonetti “che da settembre, alla ripresa dei lavori, ci sia maggiore disponibilità da parte del Comune di Sorrento a discutere delle problematiche sentite dalla cittadinanza e come tali esposte dal nostro partito a partire da mese di aprile, con un totale di 17 segnalazioni, di cui soltanto 5 hanno ricevuto risposta”.

Etichette:

sabato 28 agosto 2010

Gravissimo episodio accaduto a Sant'Agnello, vittima il leader dei tassisti dell'Uritaxi

SORRENTO - Il pestaggio del sindacalista dei tassisti sorrentini (Uritaxi) Nicola De Gennaro da parte di un collega abusivo immortalato con una macchina fotografica è sicuramente un bruttissimo episodio che la dice lunga sulla situazione denunciata dalla categoria alle prese con un fenomeno incontrollabile. Mercoledì scorso ci siamo permessi di rilevare la gravità della situazione e l'approssimazione con la quale l'Amministrazione comunale di Sorrento sta affrontando il problema che investe direttamente una parte dell'imprenditoria turistica locale (alberghiera e ristoratrice) cui viene fatta risalire la responsabilità del fenomeno. Se l'Amministrazione locale e le forze dell'ordine, anzicchè indagare e verificare sulla veridicità della denuncia, pretendono da chi ha ancora il coraggio di mettere nero su bianco le accuse di esibire anche le prove, allora la responsabilità dell'accaduto ricade inevitabilmente anche su queste stesse Autortià che hanno abdicato alla propria funzione. Non è infatti concepibile che un comune cittadino debba trasformarsi in investigatore per indurre le Autorità pubbliche a fare la parte che gli compete. E' gravissimo perciò quanto accaduto e bene farebbero Comune e Autorità di Polizia a individuare e a perseguire immediatamente l'aggressore di De Gennaro prima che si instauri un clima di omertà e di asservimento a logiche che sono e devono rimanere estranee alla comunità sorrentina.
Ci aspettiamo perciò che sia il Comune sia l'Autorità giudiziaria individuino il responsabile dell'aggressione e facciano la parte che gli compete, mettendo fine a questo abuso commerciale che non ha assolutamente ragion d'essere nella "Sorrento Gentile" prefigurata dal sindaco Giuseppe Cuomo. Diversamente non potremo che attenderci un'inevitabile escalation di episodi violenti perpetrati da chi sta cercando in tutti i modi di omologare la Penisola Sorrentina al resto dell'hinterland partenopeo.

venerdì 27 agosto 2010

Straordinario successo del salotto letterario con Luigi De Magistris a Villa Fondi

On. Luigi De Magistris e Vincenzo Iurillo (Il Fatto Quotidiano)

PIANO DI SORRENTO - A Luigi De Magistris, ex magistrato e oggi parlamentare europeo dell'Italia dei Valori, il pubblico di Villa Fondi ha riservato una straordinaria accoglienza per ascoltare dalla viva voce di un protagonista l'esperienza dell'uomo e del magistrato alle prese con i poteri forti e criminali che l'hanno costretto ad abbandonare la Magistratura per imepdirgli di portare avanti le più scottanti inchieste che oggi stanno rivelando pesantissime responsabilità e coinvolgimenti non solo della politica e del crimine organizzato, ma anche della stessa magistratura collusa con massoneria, malapolitica, forze dell'ordine corrotte. Insomma l'altra Italia, quella delle cricche e dell'appropriazione indebita del denaro pubblico. L'invito di De Magistris: non mollare, continuare ciascuno a fare bene il proprio lavoro e non rinunciare mai a conoscere i fatti, le verità che, nonostante le censure e i bavagli, sono alla portata di tutti e rappresentano la strada maestra per non mandare il cervello all'ammasso e perdere ogni capacità critica. Con "Assalto al PM, storia di un cattivo magistrato" De Magistris ha aperto uno squarcio interessantissimo sulle più scottanti inchieste avviate e bloccate, sulla sua esperienza in prima linea e oggi in politica, in europa come rpesdiente della commissione bilancio, per verificare le modalità di spesa dei fondi europei. Insomma una grande serata organzizata dal Comune di Piano di Sorrento e dall'Assessore alla Cultura Giancarlo d'Esposito che insieme al Sindaco Giovanni Ruggiero hanno ospitato un protagonista di primo piano del nsotro tempo, una persona perbene che fa bene alla politica e al Paese che vuole reagire, nonostante tutto!

Etichette:

Vico Equense, allo Scrajo Terme incontro su "L'Aquila ha ancora bisogno d'aiuto"

VICO EQUENSE - L’incontro svoltosi stamattina allo Scrajo Terme è stato organizzato dal Comune di Vico Equense in collaborazione con Castellammare di Stabia, Capri e i Comuni della penisola sorrentina, con l’aiuto di Padre Giuseppe De Gennaro “Non vogliamo 10 miliardi di euro subito, come qualcuno ha detto. Ciò che chiediamo è sapere che tipo di risorse e con quali modalità verranno stanziate per capire tra cinque, dieci, vent’anni cosa ci ritroveremo”. Con queste parole Pierluigi Pezzopane, assessore alla solidarietà del Comune di L’Aquila, ha parlato della difficilissima situazione in cui vive la città vittima del terremoto del 2009 e di cosa servirebbe per consentire a questo territorio di risorgere. Lo ha fatto nel corso dell’incontro “Con la missione della Carità, verità nella Carità, Carità nella verità, ricostruiamo insieme la città” organizzato dal Comune di Vico Equense in collaborazione con Castellammare di Stabia, Capri e i Comuni della penisola sorrentina, con l’aiuto di Padre Giuseppe De Gennaro, fondatore dell’Università della Preghiera dell’Aquila.
Sono intervenuti alla tavola rotonda Giuseppe Guida, vicesindaco Vico Equense, Francesco Coppola, assessore Vico Equense, Raffaele Esposito, assessore Vico Equense, Gaetano Milano, assessore Sorrento, Giuseppe Gargiulo, assessore Sant’Agnello, Roberto Russo, assessore Capri, Giuseppe Cannavale, vicesindaco Castellammare di Stabia, Pierluigi Pezzopane, assessore L’Aquila, padre Giuseppe De Gennaro, fondatore Università della Preghiera L’Aquila. “L’85 percento del terreno edificato è stato danneggiato dal sisma – ha continuato Pierluigi Pezzopane – e 5 milioni di tonnellate di macerie hanno sommerso la città. Di queste, soltanto una minima quantità è stata rimossa, per liberare i passaggi, mentre la maggior parte è ancora lì. L’Aquila ha ancora bisogno di tutto. Mi domando se questo terremoto fosse capitato in un territorio della Lega Nord quali provvedimenti sarebbero stati presi. Sarebbe stato abbandonato allo stesso modo in cui è stata abbandonata L’Aquila?”. I rappresentanti dei Comuni presenti hanno dimostrato solidarietà e vicinanza alla città di L’Aquila e all’operato del vulcanico Padre Giuseppe De Gennaro. “E’ stato importante rendere partecipe la popolazione della penisola sorrentina della difficile situazione in cui vivono gli aquilani – ha affermato padre Giuseppe - affinché possa generarsi una sensibilizzazione nei confronti di una situazione ancora da risolvere”.

Consigliere di Sant'Agnello salva turista dall'affogamento

Gaetano Maresca, consigliere comunale di Sant'Agnello, insieme ad altri bagnanti è stato protagonista questa mattina del salvataggio di un anziano turista alla spiaggia libera di Piano di Sorrento. L'uomo, di circa 80 anni d'età, all'improvviso si è ritrovato senza aver piede in acqua ed è stato colto dal panico. Immediatamente sono intervenute due persone, fra cui il consigliere Maresca, che sono riusciti a evitare la tragedia riportando l'uomo a riva. Un episodio che ha messo in luce anche il coraggio di persone che, senza esitare, hanno portato soccorso a una persona anziana che altrimenti avrebbe sicuramente perduto la vita.

Sant'Agnello, Orlando e gli Assessori respingono le accuse al mittente...

SANT'AGNELLO - "Sono daccordo con il Sindaco, dobbiamo continuare a lavorare e andare avanti per fare il bene del Paese...Chi critica e attacca con argomentazioni futili lo fa prestesuosamente e per cercare di dare un senso alla propria presenza nel consiglio comunale". Così Pietro Gnarra, vice sindaco di Sant'Agnello, liquida gli ultimi attacchi all'Amministrazione da parte di ex assessori e consiglieri comunali che "...forse non digeriscono il fatto che la nostra è una dialettica interna che non mette in discussione il sindaco e l'operato della giunta - spiega Gnarra - Mi piacerebbe che ci fosse più coerenza e più consapevolezza da parte di tutti e soprattutto senso di responsabilità nei riguardi del Paese che è stanco di polemiche strumentali...". Anche gli altri Assessori della giunta-Orlando condividono le perplessità di Gnarra. "Noi rispondiamo alle accuse e alle strumentalizzazioni col nostro lavoro, quotidiano, per risolvere i problemi del Paese - spiega l'assessore all'istruzione Giuseppe Gargiulo - Siamo impegnati a far si che la scuola, per esempio, apra i battenti pronta ad assicurare all'utenza servizi efficienti e un'accoglienza all'altezza della domanda che registriamo in crescita, in controtendenza rispetto ad altre realtà: merito della scuola che funziona e, se permettete, anche del Comune che ha fatto e fa la propria parte ogni giorno: mensa scolastica pronta, trasporto alunni ok, tra pochi giorni arriveranno i banchi nuovi e per sapere che cosa ne pensano del nostro operato basta parlare con la dirigente dell'Istituto comprensivo, con gli altri docenti e con il personale con cui ci confrontiamo con spirito di collaborazione ogni giorno...".
"Abbiamo avviato un servizio Informagiovani di grande qualità"  aggiunge Gaetano Maresca consigliere incaricato al settore "...e stiamo preparando un piano di lavoro che, in fase di avvio, già sta dando tanti riscontri e soprattutto consensi per la qualità degli operatori...".
Il Sindaco conferma la linea di lavorare senza dar alcun credito ad attacchi strumentali da parte di alcuni Consiglieri: "Basterebbe informarsi sulle presenze ai consigli e alle giunte di qualcuno che oggi rilascia interviste e dichiarazioni per rendersi conto di quanto siano strumentali...Che ha fatto l'ex assessore Coppola quando è stato in giunta dal 14 gennaio al 24 giugno? Chiedeteglio? Il nulla assoluto, tranne insediare una commissione per le pari opportunità...Mai al Comune, mai a dedicare un po' del proprio tempo al governo dell'Ente e poi pretendono incarichi, assessorati,  potere...Questi sarebbero i critici dell'Amministrazione! Me lo vengano a chiedere i giornalisti che cosa ha prodotto questa gente...Credo che bisogna ascoltare entrambe le campane prima di espimere giudizi...Le critiche del presidente del consiglio comunale Salvati? Mi stupiscono e mi amareggiano perchè sono gratuite e fuori luogo, ma anche su questo piano bisognerà approfondire il ragionamento". Il Sindaco non perde comunque l'ottimismo: "Io e i miei assessori continuiamo a lavorare...I giornalisti facciano un giro per gli uffici e si renderanno conto che ci sono consiglieri che neanche il personale ha il piacere di conoscere....Mi chiedo perchè si sono candidati alle elezioni. Forse per avere un potere negoziale su altre questioni? Anche questo va approfondito, o no?".

Conto alla rovescia per il concerto sorrentino di Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana, in programma per lunedì 30 agosto, alle ore 21 e trenta, nell'area adiacente il nuovo parcheggio Achille Lauro, in via Correale

SORRENTO - Conto alla rovescia per il concerto sorrentino di Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana, in programma per lunedì 30 agosto, alle ore 21 e trenta, nell'area adiacente il nuovo parcheggio Achille Lauro, in via Correale. Questa mattina, conferenza stampa di presentazione, alla presenza del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, dell'assessore provinciale al Turismo, Piergiorgio Sagristani, del consigliere provinciale Raffaele Apreda, dell'assessore al Turismo del Comune di Sorrento, Gaetano Milano e di Bruno Tabacchini, direttore artistico del Festival dello Spettacolo, la rassegna che ospita l'evento. "Voglio ringraziare l'assessore Piergiorgio Sagristani che ha permesso che questo concerto si svolgesse a Sorrento - ha esordito Cuomo - Si tratta di un primo assaggio della sinergia avviata tra Comune, Provincia e Regione, che non esito a definire una "nuova era": quella della programmazione, e di qualità, degli eventi in penisola sorrentina. Auspico già per il prossimo anno la realizzazione di un progetto ambizioso: un cartellone unico di manifestazioni, coordinato tra i sei comuni costieri".
"Per la prima volta si è deciso di organizzare un concerto senza inviti - ha aggiunto Apreda - Un concerto per la gente e aperto alla città. Contiamo di ospitare circa duemila persone che accederanno da tre diversi varchi".
Apertura fino alle ore 21 del parcheggio di via Correale, mentre saranno disponibili le altre aree di sosta della città. Inoltre, è stato evidenziato come, superato il limite dettato dalla capienza dell'area, non sarà più consentito l'accesso al pubblico. "Il concerto si terrà nello spazio che, con ogni probabilità, ci apprestiamo a denominare piazzale Achille Lauro - è intervenuto Milano - Nell'ottica di un sistema turismo sempre più organizzato, chiediamo all'assessore Sagristani di istituire una sorta cabina di regia per calendarizzare tutti gli eventi della penisola sorrentina".
"L'esibizione di Arbore si inserisce nel progetto organizzato dall'assessorato al Turismo e Spettacolo della Provincia di Napoli dal titolo "E lucean le stelle in Provincia", in attuazione delle attività regionali di realizzazione del Por Campania 2007-2013, per valorizzare le location di maggior prestigio del napoletano, dalla costiera a Ischia, da Pompei a Bacoli - ha spiegato Sagristani - L'idea è quella di creare un sistema che sia da modello ad altre aree come quella flegrea e vesuviana. Un programma che eviti sovrapposizioni di manifestazioni e che veda insieme il sostegno di pubblico e privato".
Il concerto di lunedì, che è ad ingresso libero e senza posti a sedere, per consentire la più ampia partecipazione a questo grande happening musicale, ha già incassato l'entusiastica approvazione del protagonista della serata.
"Renzo Arbore - ha rivelato Tabacchini - ha espresso il suo compiacimento per l'idea di un concerto con pubblico in piedi, pronto a lanciarsi in danze e lasciarsi andare ad uno spettacolo frizzante e ritmato come quello in programma". (27/08/2010)

Orlando: "Lascio i corvi gracchiare...io e la mia giunta lavoriamo per Sant'Agnello"

SANT'AGNELLO - All'indomani della nomina del sesto assessore, Giuseppe Coppola '62, il sindaco Gianmichele Orlando rivolge un appello ai suoi assessori: "Lasciate perdere le provocazioni e pensate soltanto a lavorare perchè stiamo facendo cose egregie che si vogliono far passare inosservate alimentando polemiche inutili sui media e strumentali al gioco di chi non vuole che il Comune funzioni...Chi parla e polemizza lo fa continuando  a lanciare accuse generiche col solo intento di infangare le persone e di conseguenza il Comune: ma che cosa ci sono venuti a fare in Municipio? Lo spieghino ai Cittadini invece di discettare sul nulla. Si assumano le proprie responsabilità e diano conto del proprio operato. Qualche sassolino finisce che ce lo leviamo pure noi dalla scarpa...Comunque si va avanti senza problemi a dispetto di chi continua a gracchiare senza costrutto danneggiando gli interessi del Paese cui dovranno spiegare che cosa hanno fatto sin qui oltre a sproloquiare. Noi siamo e restiamo in prima linea a governare il Paese...".

giovedì 26 agosto 2010

Domani sera a Villa Fondi Luigi De Magistris presenta "Assalto al PM"

PIANO DI SORRENTO - Un "salotto letterario" con un protagonista di primo piano della politica italiana è quello in programma per domani sera alle 21 a Villa Fondi nell'ambito della rassegna estiva patrocinata dal Comune. Luigi De Magistris, ex magistrato e oggi parlamentare europeo dell'Italia dei Valori, presenta il suo libro "Assalto al PM, storia di un cattivo magistrato" edito da Chiarelettere. A intervistarlo sarà Vincenzo Iurillo, giornalista de "Il Fatto Quotidiano".
Per tutti gli amanti del genere e per coloro che intendono tuffarsi nell'approfondimento sui temi di più scottante attualità politica, il salotto di Villa Fondi è senza dubbio un appuntamento da non perdere per ascoltare dalla viva voce di De Magistris la lotta che il sistema ha condotto e continua a condurre all'attività della magistratura  e per commentare l'attualità politica italiana e napoletana, considerando che molti vorrebbero lo stesso De Magistris in corsa per la candidatura a sindaco di Napoli alle elezioni dell'anno venturo.

Etichette:

Raffaele Lauro (PDL): "Onoriamo gli impegni e tacciano sciacalli e primedonne"

ROMA - Il Sen. Raffaele Lauro (PDL) interviene sull'esito del summit tra il Premier Silvio Berlusconi e lo stato maggiore della Lega condannando un certo modo di far politica e invitando a lavorare più che a sproloquiare.
"La politica non è fatta solo di sangue e di merda, ma anche di ideali, di valori e di impegni assunti con gli elettori, che vanno onorati, fino in fondo. Ora tacciano i corvi, gli scacalli e le primedonne. L'incontro tra Berlusconi e Bossi di ieri ha rinnovato le forti e convergenti ragioni, politiche e programmatiche, che stanno alla base dell'alleanza di governo e della maggioranza, che ha vinto le elezioni del 2008, ed ha spazzato via, in un sol colpo, la valanga di provocazioni, di personalismi, di narcisismi, di insulti, di indiscrezioni e di retroscena, che hanno trasformato il dibattito politico di questa estate in una volgare rissa da suburra mediatica. La politica non è fatta solo di sangue e di merda, ma anche di ideali, di valori e di impegni assunti con gli elettori, che vanno onorati, fino in fondo. E ciò riguarda, innanzitutto, i nuovi gruppi parlamentari, che non possono tradire, a metà strada, il mandato politico ricevuto e bruciare l'azione riformatrice, di cui il nostro paese ha bisogno e calata nei cinque punti del programma di fine legislatura, definiti dal PdL". Lo ha dichiarato il sen. Raffaele Lauro (PdL), che ha aggiunto: "Ora tacciano i corvi, gli sciacalli e le primedonne, anche all'interno della maggioranza, e la smetta l'opposizione di baloccarsi quotidianamente con l'invenzione di nuove formule di governo, alternative a Berlusconi, che non abbiano avuto il sigillo elettorale. Berlusconi ha il diritto-dovere di governare fino alla fine della legislatura, con il sostegno della sua maggioranza parlamentare. Se ne hanno la capacità e la forza politica, l'opposizione o i movimenti di opinione, che talora affiorano nel dibattito, preparino l'alternativa al governo di centrodestra e, a suo tempo, la sottopongano al corpo elettorale, che rimane l'unico sovrano. Queste sono le regole di una democrazia dell'alternanza, che non può tollerare deprecabili scorciatoie e congiure di Palazzo".

Domani a Sorrento Cuomo e Sagristani presentano il concerto di Renzo Arbore

SORRENTO - Si terrà domani, venerdì 27 agosto alle ore 10.30, al Comune di Sorrento la conferenza stampa di presentazione del Concerto di Renzo Arbore e dell'Orchestra Italiana. All'incontro con i giornalisti saranno presenti, tra gli altri, il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo e l'assessore al Turismo della Provincia di Napoli, Piergiorgio Sagristani. Il concerto avrà luogo lunedì 30 agosto nell'arena Correale soprastante l'omonimo parcheggio.

 

Etichette:

mercoledì 25 agosto 2010

Rosario Fiorentino: "E' il momento di istituire il Consiglio Tributario a Sorrento"

SORRENTO - Il Presidente della Commissione consiliare per la trasparenza amministrativa, Rosario Fiorentino, ha formalizzato la richiesta al Sindaco di istituire il Consiglio Tributario invitando a discuterne già nella prossima seduta del consiglio comunale. Questo il testo della dichiarazione rilasciata da Fiorentino: "Accolgo con favore l’iniziativa del senatore Raffaele Lauro per la lotta all’evasione fiscale e ai poteri criminali. Il compito degli enti locali e quindi del Comune di Sorrento è quello di adottare entro fine agosto il regolamento per l’istituzione del Consiglio Tributario e nei successivi trenta giorni di nominare i componenti e metterlo subito nelle condizioni di operare. Tale possibilità concreta di contrastare l’evasione fiscale ci viene dall’art 18 del decreto legge n°78/2010 convertito con modifiche nella legge dello stato n° 122 del 2010. In particolare la norma fa obbligo ai Comuni di assumere le proprie determinazioni entro novanta giorni dalla pubblicazione in gazzetta del decreto legge n°78/2010. Spero tanto che il dirigente del Dipartimento finanziario unitamente all’assessore ed al ragioniere capo sottopongano quanto prima possibile le proposte riguardanti le norme regolamentari per il funzionamento del Consiglio Tributario. Vale la pena ricordare a tutti noi amministratori pubblici che la norma generale è il decreto legislativo n°77 del lontano 08.03.1945 che istituisce e disciplina in seno ai Comuni tra l’altro anche i Consigli Tributari. Per dare una concreta e fattiva collaborazione lo scrivente ha depositato agli atti del Comune una propria nota specifica per fare in modo che la prossima seduta di Consiglio Comunale possa esaminare oltre al regolamento per il proprio funzionamento che attende ormai da anni, anche il regolamento per l’istituzione e funzionamento del Consiglio Tributario. Saremo vigili perché ciò avvenga".

WWF al sindaco Cuomo: Tuteliamo le querce secolari nel Vallone dei Mulini


SORRENTO - Nel Comune di Sorrento sulla sponda del Vallone dei Mulini si è paventata l’ipotesi di procedere ad operazioni di taglio e/o potatura su alcuni importanti e secolari esemplari arborei della specie Leccio (Quercus ilex) e Roverella (Quercus pubescens).  “Nonostante gli uffici comunali personalmente contattati abbiano negato di essere a conoscenza di qualsiasi intervento e/o progetto a riguardo – dichiara Claudio d’Esposito Presidente del WWF Penisola Sorrentina – abbiamo poi appreso dell’esistenza di un Procedimento Amministrativo (attivato nel giugno scorso proprio dall’Ufficio Ambiente!!!) nei confronti dei proprietari delle alberature che ne intima “la potatura” per paventati motivi di pubblica e privata incolumità”
“…abbiamo quindi fatto richiesta di accesso agli atti dell’intero fascicolo poiché tale procedimento, a prima vista, ci appare generico e semplificativo in quanto farebbe risalire la “situazione di pericolo nell’alveo del Vallone” (già classificato ad alto rischio dall’Autorità di Bacino del Sarno) alla “mancata potatura degli alberi”. Tra l’altro, nel chiedere di intervenire sui Lecci, si farebbe invece riferimento esplicito a piante di Conifere che non sono presenti sul ciglio del vallone ma sono ubicate sufficientemente all’interno, saldamente ancorate nella parte pianeggiante di una proprietà privata e, quindi, non appaiono costituire pericolo per la sponda e l’alveo del Vallone!!!” Il WWF Penisola Sorrentina ha scritto al primo cittadino di Sorrento avv. Giuseppe Cuomo, e per conoscenza alla Soprintendenza di Napoli e Provincia, allo scopo di evitare un ulteriore grave e inutile danneggiamento al patrimonio arboreo e al paesaggio della città di Sorrento, diffidando dall’intervenire sugli esemplari arborei presenti sulla sponda del vallone con modalità e tempi che non diano garanzie scientifiche e certe a riguardo della salute delle piante, dell’impatto paesistico-ambientale e delle condizioni di fragile equilibrio geodinamico del sito.
Il WWF nella nota ha fatto presente che:
“…gli esemplari arborei in questione vegetano da sempre saldamente ancorati con le loro radici fittonanti nel costone tufaceo del Vallone;
- gli alberi proprio per la loro collocazione, sulle sponde delle falesie tufacee a strapiombo, sono cresciuti slanciati verso l’alto a “cercare la luce” e, in una sorta di compensazione meccanica, hanno sviluppato lunghi tronchi robusti ma sufficientemente “elastici” per contrastare eventuali oscillazioni;
- essi appaiono in perfetto stato vegetazionale e non sono presenti e/o visibili fattori di degrado naturali di alcun tipo;
- oltre a costituire un elemento indiscutibile del paesaggio e della geografia dei luoghi, con le loro folte chiome offrono riparo e siti per la nidificazione a numerosi uccelli e contribuiscono a schermare ed ombreggiare le sponde, creando le condizioni più favorevoli al microclima umido ideale per l’habitat di preziose e rare felci;
- inoltre, aldilà dell'indubbio valore estetico paesaggistico, le piante in questione investono un ruolo fondamentale anche nella purificazione dell'aria dall'inquinamento atmosferico da gas di scarico e particelle dannose alla salute (causa di allergie, patologie asmatiche,tumori,etc.) proprio in un punto vicino alla principale arteria stradale d’accesso all’intera cittadina e nei pressi di un frequentatissimo parcheggio auto.
Considerato che nell’aprile del 2006 uno scriteriato ed inutile intervento ai danni degli alberi posti sulla sponda del Vallone dei Mulini, sotto l’Hotel Antiche Mura, già portò alla violenta capitozzatura di diversi alberi e all’eliminazione di altri. Successivamente ai tagli, e a seguito di alcuni giorni di pioggia, si verificò un pericoloso crollo del costone tufaceo proprio sotto l’area dell’intervento. Il deflusso meteorico delle acque “infiltratesi” nelle fessure tufacee fu tra le concause certe del rovinoso distacco della parete tufacea. Per secoli, e fino al momento della loro eliminazione, i grossi lecci avevano provveduto, per “osmosi”, ad assorbire le acque dal terreno ed a rimetterle nell’atmosfera per evaporazione.Giova ricordare che un solo grosso albero riesce ad assorbire oltre 600 litri di acqua al giorno!!!
Inoltre il WWF ha segnalato che:
- l’area in oggetto ricade in zona sottoposta a vincoli paesistici ed idrogeologici;
- il taglio e lo sradicamento di alberi nelle zone paesisticamente vincolate, determinando un'alterazione del territorio, devono essere preventivamente autorizzati dall'autorità competente alla gestione del vincolo;
- il Regolamento per la Tutela del Patrimonio Arboreo in vigore nel Comune di Sorrento vieta le capitozzature;
- violenti tagli di capitozzo hanno di recente interessato i Lecci situati al Porto di Sorrento e nella Villa Comunale, i cui effetti deleteri sono sotto gli occhi di tutti (gli alberi ad estate inoltrata ancora stentano a riformare la chioma!!!);
- oltre al danno estetico/paesaggistico è scientificamente appurato che le vaste ferite delle superfici di taglio degli alberi comporteranno un possibile rischio per attecchimenti di agenti fungini e/o carie, come pure per insetti parassiti;
- un gran numero di Lecci in tutta la Penisola sono gravemente danneggiati per le lesioni provocate dai micidiali insetti “Cerambicidi”, che proprio dalle ferite degli alberi trovano una via facilitata alla deposizione delle uova nel tessuto ligneo!!!
- l’eventuale capitozzatura delle piante oltre ad essere decisamente antiestetica può risultare dannosa per lo stesso sviluppo della pianta;
- abusare della potatura è certamente un errore: essa va effettuata in armonia con le fasi di sviluppo dell'albero, per evitare di devastare o uccidere una pianta con conseguente pericolo per la sua futura stabilità;
- in tutte le piante, radici, fusti e rami sono parti imprescindibili, costituite essenzialmente da tessuti di sostegno, di riserva e di trasporto, qualsiasi evento che danneggi una di queste si ripercuote sulle altre;
…per questi motivi, il WWF ritiene che nessun intervento cesorio sia da operare sulle piante in questione.

Etichette:

Sorrento alle prese con lo sciopero e le proteste dei tassisti


SORRENTO - La protesta dei tassisti sorrentini che ieri hanno incrociato le braccia per contestate al Comune la mancanza di controlli e la repressione dell'abusivismo che dilaga in città è sicuramente uno dei sintomi di un disagio sociale ed economico crescente e assolutamente da non sottovalutare, ma anche dell'espandersi di una cultura dell'illegalità e dell'abuso che incrocia precisi interessi, oltre che degli operatori illegali, anche di coloro che alimentano consapevolmente questo circuito parallelo che tanto danno sta arrecando alla categoria. Chiaramente il fenomeno non è nato oggi, ma era tollerato perchè gestito prevalentemente dal personale che negli alberghi "arrotonda" in tutti i modi lo stipendio. E lo fa non solo con i tassisti, ma con tutto il sistema che ruota attorno all'economia turistica alimentando un vorticoso giro di interessi. Il salto di qualità è senz'altro rappresentato dal fatto che l'organizzazione di questa mobilità parallela ha cominciato a coinvolgere gli stessi imprenditori turistici che, fiutato il business, ci sono entrati a gamba tesa. Il problema ha quindi assunto proporzioni preoccupanti per la categoria che ha suonato il campanello d'allarme richiamando l'Amministrazione e le Autorità di vigilanza alle proprie responsabilità: che sono poi quelle di controllare e di contravvenzionare gli illegali. A parte il fatto che il fenomeno è sotto gli occhi di tutti e non occorreva la protesta dei tassisti per prenderne coscienza, sta di fatto che Comune e Comando vigili possono affrontare di petto il problema e risolverlo in un batter d'occhio se soltanto decidono di andare al nocciolo della questione, senza girarci intorno e anche a costo di ledere particolari interessi. Delle due l'una: o si interviene in modo determinato e risolutivo, oppure la situazione rischia di sfuggire di mano col risultato che anche Sorrento rischia di diventare terra di operatori abusivi collaterali al turismo. Cerchiamo di scongiurare il pericolo che abbiamo alle porte e che oggi riempie le cronache dei giornali con la gestione delle aree sosta a Castellammare di Stabia in mano alla malavita! La contaminazione avviene anche per imitazione e già la grave situazione legata all'unabomber metese lascia prefigurare scenari intimidatori da parte di interessi criminali sul business della spiagge e dei parcheggi con annessi e connessi. Ecco perchè la protesta dei tassisti non deve essere presa sottogamba dagli amministratori locali che potranno accorgersi, partendo da questo settore, quanto è diffusa e diversificata la piaga dell'abusivismo nella terra delle sirene. Speriamo lo facciano e...senza guardare in faccia a nessuno!

Etichette:

Massalubrense, rinviato a settembre la presentazione di "Doveva morire" di Imposimato

MASSALUBRENSE - La presentazione del libro “Doveva morire”, autori l’ex magistrato Ferdinando Imposimato ed il giornalista Sandro Provvisionato, programmata per domenica 29 nell’ambito della rassegna “Incontri lubrensi” promossa ed organizzata dall’assessore Donato Iaccarino e dal giornalista Angelo Ciaravolo, è stata rinviata a venerdì 24 settembre. Molto importante sarà la presenza a Massa Lubrense dell’ex giudice istruttore del tribunale di Roma che il 18 maggio del 1978 fu incaricato delle indagini per l’inchiesta sulla strage del 16 marzo 1978 in via Fani della scorta del presidente della DC Aldo Moro, del suo sequestro e del suo assassinio avvenuto il 9 maggio dello stesso anno ed il cui corpo fu ritrovato in via Caetani dopo 55 giorni di detenzione nel “carcere del popolo” delle Brigate rosse di via Montalcini.
Intanto negli ambienti culturali della penisola sorrentina si fa sempre più viva l’attesa dell’incontro dei giornalisti Angelo Ciaravolo, conduttore e curatore della rassegna, Rita Pennarola e Gennaro Pappalardo con l’ex magistrato Imposimato poiché esso costituisce, anche a distanza di tempo, l’unica occasione in costiera per discutere della vicenda più drammatica vissuta dalla politica italiana ed anche perchè con la recente scomparsa del presidente emerito della Repubblica Italiana Francesco Cossiga sparisce dalla scena politico-giudiziaria uno dei testimoni più importanti del caso-Moro. All’epoca il parlamentare sardo, futuro “picconatore” di magistrati togati, partiti e politici, era Ministro dell’Interno e massimo responsabile dell’UCIGOS, un reparto di polizia speciale creato da lui stesso il 31 gennaio del ’78 che, come sostengono i due autori del libro, non riferì agli inquirenti ed alla magistratura tutto quanto era venuto a conoscenza dell’esistenza del covo di via Montalcini dove le BR tenevano prigioniero Aldo Moro. Tuttavia il libro “Doveva morire”, alla sua quarta edizione coi tipi della società “Chiarelettere”, contiene documenti inediti e raccoglie nuove testimonianze che danno più luce sul caso-Moro.

martedì 24 agosto 2010

Regina Giovanna: la precisazione di Paolo Spartano, titolare del Lido La Solara

DAL TITOLARE DEL LIDO LA SOLARA RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Dopo essere balzato al clamore della cronaca locale e nazionale per alcune vicende legate al sequestro da parte delle forze dell’ordine di alcuni reperti che avrebbero arrecato un presunto disastro ambientale, ecco la ferma risposta da parte di Paolo Spartano titolare da oltre 40 anni del Lido La Solara.
“I bagni della Regina Giovanna a Sorrento rappresentano un patrimonio archeologico e culturale al tempo stesso inestimabile e delicatissimo. La loro salvaguardia esige una paziente ed accurata verifica dei problemi che attanagliano questa stupefacente specchio di penisola e una costante disposizione da parte di tutti ad affrontarli e risolverli. Negli scorsi giorni proprio nei giorni di ferragosto, numerose testate giornalistiche sia locali che nazionali, nonché numerose emittenti televisive, hanno riportato la notizia di una denuncia ai miei danni per scarico di “rifiuti”, situati nei pressi del sito della Regina Giovanna, alle spalle dello stabilimento La Solara di cui sono da oltre 40 anni titolare. Allo scopo di fornire una informazione il più possibile corretta ed esauriente sulla vicenda, ritengo doveroso fornire a tutti i lettori le seguenti precisazioni. I rifiuti di vario genere di cui si parla negli articoli apparti sulla stampa, sono situati allo stato attuale al di fuori della zona demaniale di competenza dello stabilimento da me gestito e trattasi esclusivamente di materiali ferrosi depositati dalle onde del mare a seguito della mareggiata avvenuta nel dicembre di circa 10 anni fa (con dichiarazione di calamità naturale) che distrusse completamente l’intera struttura. Da decenni lo stabilimento La Solara gestisce un costante servizio di controllo, accoglienza e assistenza ai tanti visitatori dei reperti archeologici della Regina Giovanna e della meravigliosa scogliera del Capo di Sorrento denominata “Solara”. Chi gestisce lo stabilimento lavora ogni giorno tra mille difficoltà per la tutela dell’area, e gradirebbe non essere confuso con i tanti speculatori che, il più delle volte indisturbatamente, lucrano sulla distruzione del paesaggio naturale della costiera sorrentina e del litorale del Capo di Sorrento”.
Paolo Spartano

Etichette:

LA MIA PENISOLA in edicola da giovedì prossimo


Sarà in edicola giovedì 26 agosto il settimanale "LA MIA PENISOLA" diretto da Giuseppe Damiano che dedica l'apertura ai finanziamenti che l'Assessorato provinciale al turismo ha stanziato per il risanamento delle spiagge della costiera danneggiate dalla mareggiata del gennaio scorso.
Gli altri servizi: "Bomba alla spiaggia di Meta", gli sviluppi de lcaso che ha rischiato di trasformarsi in tragedia. Incuria a Via Cavoniello, a Piano di Sorrento, spesi i soldi ma la strada di Via Cavoniello versa di nuovo in crisi. A Sorrento il PD chiede lumi al sindaco sulla parcella del progettista del parcheggio Correale, l'ing. Antonio Elefante, che sarebbe troppo cara. Massalubrense: la rivolta degli ambientalisti del WWF per gli alberi ricoperti di cemento a Sant'Agata. I calendari dei campionati di calcio delle serie minori. Sant'Agnello: riflettori puntati sull'Ufficio Postale e sulla crisi amministrativa con gli ex assessori Castellano e Coppola all'attacco di Orlando. Sempre a Sant'Agnello il successo della kermesse "terra acqua e fuoco". La situazione delle scuole a Piano di Sorrento con l'assessore Vincenzo Iaccarino che annuncia la presentazione a Viareggio del suo "Piano in salute" con il dr. Carlo Gargiulo. Il Sant'Agnello calcio vuole "continuare a stupire". Il film di Enzo Giammarino "del 1799". Torna a Surriento inno di pace.

Sant'Agnello, sesto assessore e comunicato ufficiale del Sindaco

Il Sindaco di Sant’Agnello, ing. Gianmichele Orlando, questa mattina ha nominato il sesto assessore che va a completare la squadra di governo cittadina. Si tratta del rag. Giuseppe Coppola, classe 62, al quale il Sindaco ha affidato la delega al bilancio. Coppola per il passato ha ricoperto più volte la carica di assessore a Sant’Agnello e quindi per lui si tratta di un ritorno nell’esecutivo cittadino a conclusione di una verifica politico-amministrativa dalla quale non sono emerse novità tali da giustificare una diversa composizione dell’esecutivo. “Il mio intento è stato quello di privilegiare le competenze e di assegnare un settore strategico per il governo dell’Ente, appunto il bilancio, a qualcuno che avesse esperienza e competenza oltre alla volontà di lavorare secondo gli indirizzi programmatici che stanno alla base della mia elezione a sindaco e del successo elettorale conseguito dalla mia lista con oltre l’85% dei consensi”, dichiara il Sindaco che aggiunge: “Tutti gli altri ragionamenti e le polemiche di cui leggo sono strumentali, nascono dal comprensibile stato d’animo di chi ho estromesso dalla giunta rispondendo pertanto solo a logiche che non ritengo coerenti con il mandato ricevuto dagli elettori e con la cura degli interessi del Paese che è sempre stato e resta la priorità assoluta del mio impegno e della mia maggioranza. La programmazione dell’Ente e l’impostazione del nuovo bilancio comunale alla luce della legge nuova finanziaria richiedevano la nomina di un assessore con precise competenze e credo che Giuseppe Coppola abbia tutti i requisiti per assolvere al meglio a questo compito. Mi piace ricordare che in base alla vigente legge comunale è il Sindaco il responsabile dell’azione di governo in base al mandato elettorale e al programma e che per realizzarlo si avvale degli assessori che sono i suoi collaboratori e che pertanto a lui devono rispondere godendo della fiducia del sindaco e offrendo quelle garanzie di competenza in grado di assicurare efficienza e trasparenza all’azione amministrativa. E’ ovvio che il consenso elettorale costituisce un valore importante e che ho sempre tenuto presente, ma non è un valore assoluto. Non a caso ho provato a fare anche scelte diverse, ma che non hanno dato i frutti sperati. Mi auguro che si lavori di più da parte di tutti nell’interesse di Sant’Agnello piuttosto che alimentare sterili polemiche che non interessano assolutamente ai cittadini anche perché ne constatano l’inconsistenza. Nelle prossime settimane presenterò anche un primo resoconto del lavoro sin qui svolto e di quello avviato in modo da mettere fine a discussioni e a volte illazioni strumentali che assolutamente non fanno il bene del nostro Comune compromettendone soltanto e irrimediabilmente l’immagine”.

Etichette:

E' Giuseppe Coppola ('62) il sesto assessore della Giunta-Orlando

SANT'AGNELLO - Forse la ragione degli attacchi sferrati in questi giorni dagli ex assessori Antonino Castellano e Antonio Coppola al sindaco Gianmichele Orlando sta tutta nella decisione assunta dal primo cittadino di nominare il sesto assessore dell'esecutivo, a suo tempo congelato in attesa di definire il quadro politico dopo l'ennesima crisi che ha coinvolto l'intero consiglio comunale. Stamattina infatti il Sindaco ha firmato il decreto di nomina di Giuseppe Coppola (classe '62) ad assessore al bilancio completando il sestetto dei suoi collaboratori e mettendo una parola fine sulla querelle politica. La notizia dev'essere trapelata con qualche giorno di anticipo, mormorano in Comune, per cui si spiega l'azione concertata dai due ex assessori delusi per la mancata rinomima: "Mai più con Orlando", hanno gridato all'unisono prima Coppola e poi Castellano inscenando, senza volerlo, la più classica delle favole di Esopo, quella della volpe e l'uva. La volpe non riuscendo, dopo svariati tentativi, a raggiungere l'uva perchè troppo alta si consolò e si giustifico esclamando: "nondum matura est".
Così i due amministratori: mai più con Orlando sapendo che il Sindaco li aveva già scaricati! Almeno salviamo la faccia, avranno pensato, rispetto all'opinione pubblica.
"Ho nominato Coppola affidandogli un settore strategico, quello del bilancio, su cui stiamo lavorando in previsione del 2011 - ha dichiarato Orlando - Le polemiche le lascio a chi non ha altre argomentazioni e le fa strumentalmente adducendo le solite motivazioni, magari anche dimendicando di aver votato, quand'era in giunta, gli atti che oggi critica e per nascondere il fatto di non essere stati all'altezza dell'incarico e della fiducia accordatagli. Gli Assessori per legge sono i collaboratori del Sindaco, non gli avversari o gli interlocutori con cui ingaggiare un confronto. Devono supportarmi nella mia azione amministrativa in ossequio al mandato elettorale e questo dev'essere un concetto sempre ben presente altrimenti stravolgiamo le regole. E' importantissimo il consenso che i consiglieri raccolgono e io ne tengo conto ovviamente, ma è altrettanto importante che lavorino in sintonia con il sindaco e con il programma, senza ritorsioni o altro. Io, come tutti gli altri sindaci, sto al Comune per amministrare e non per inseguire le bizze di qualche consigliere o assessori che non sanno esattamente qual è il compito che l'attende al servizio del Paese e quali sono i loro doveri anche nei miei confronti...Altrimenti che senso ha la prerogativa in capo al sindaco di scegliere i collaboratori che ritiene più funzionali al conseguimento dei suoi obiettivi? Contano i fatti e io e la mia maggioranza ci confronteremo sui fatti, fornendo tutte le risposte, ma chiedendo anche conto dell'operato altrui, sia chiaro. Stiamo lavorando bene e presto farò un resoconto dettagliato dell'operato dell'amministrazione. E la smettano di tirare per la giacca l'ex sindaco per darsi tono e forza e coinvolgerlo in operazioni di basso profilo politico. Fra di noi posso dirlo che non ci sono problemi...Anzi stiamo collaborando nell'interesse di Sant'Agnello".

Il Sen. Raffaele Lauro in Senato invoca una lotta serrata all'evasione fiscale e al crimne organizzato

ROMA - L'evasione fiscale rappresenta, come la criminalità organizzata, l'altro grande ricatto sul futuro del nostro paese e deve essere affrontata con misure straordinarie:intelligence, sequesto e confisca di beni, antielusione e antiriciclaggio contro i santuari protetti. Mossa strategica: recuperare 50 miliardi di euro, in due anni, è possibile! Stamane, al Senato, il sen. Raffaele Lauro (PdL), membro della commissione parlamentare antimafia, ha annunziato, per la ripresa di settembre dell'attività parlamentare, la presentazione di un disegno di legge, organico e a carattere straordinario, per la lotta all'evasione fiscale, la quale rappresenta, insieme con la criminalità organizzata, l'altro grande ricatto che pesa sulla nostra democrazia, sulla competitività del nostro sistema economico e sul futuro delle nuove generazioni. "Come la criminalità organizzata - ha esordito Lauro - l'evasione fiscale sottrae ingenti risorse all'economia sana, nell'ordine di centinaia di miliardi di euro, viola i principi della libertà di impresa e della concorrenza, pregiudica la competitività del nostro sistema economico nazionale ed offende tutti cittadini corretti, che pagano regolarmente le tasse. Il Governo Berlusconi può e deve procedere ad una lotta, ancora più intransigente, contro l'evasione fiscale, eliminando, anche nel comune sentire popolare, quella sorta di ipocrita indulgenza, che considera 'furbi 'gli evasori e 'fessi' gli onesti. Gli evasori fiscali devono essere giudicati e sanzionati come dei criminali, al pari dei mafiosi. Sarebbe utile, pertando, che anche questo obiettivo fosse presente, nella voce 'fisco', dei cinque punti approvati dal PdL per il rilancio dell'attività di Governo di fine legislatura.""Le misure varate contro l'evasione fiscale, con la recente manovra finanziaria - ha aggiunto Lauro - rappresentano certamente un passo avanti, ma non sono, a mio giudizio, sufficienti e risolutive. Bisogna dare alla Guardia di Finanza e alla riformata Amministrazione finanziaria, che stanno già meritoriamente operando e limando l'area dell'evasione, strumenti decisivi per abbattere drasticamente la stessa area, portandola ai livelli fisiologici degli altri paesi europei. L'eliminazione del debito pubblico, l'equilibrio della contabilità, la liberazione di risorse per lo sviluppo e la diminuzione della pressione fiscale, potranno venire non solo dalla politica dei tagli, fin qui indiscriminatamente praticata, o da una ripresa economica, che si annunzia lenta, in presenza di un permanente ed irrisolto disordine sui mercati finanziari internazionali, ma anche, e soprattutto, come 'mossa strategica', dal recupero delle ingenti risorse evase, con un obiettivo biennale di almeno cinquanta miliardi di euro. Tre i fondamenti della mia proposta: 1) l'impiego organico della nostra 'intelligence' nell'attività di informazione per individuare i grandi evasori fiscali, in collaborazione con la Guardia di Finanza; 2) l'estensione dei poteri di sequestro e di confisca dei beni degli evasori, affidati alla riformata Amministrazione finanziaria, già in vigore contro gli appartenenti alla criminalità organizzata; 3) nuove misure antielusione e antiriciclaggio per stanare i santuari protetti.""Sono certo che il Presidente Berlusconi avrà il coraggio e la determinazione - ha concluso Lauro - di spostare il confronto politico, all'interno della maggioranza e con l'opposizione, su questi temi essenziali per il futuro del nostro paese, risparmiando ai nostri elettori e a tutti i cittadini la volgare e strumentale rissa, che ha squalificato quest'estate politica da dimenticare".

lunedì 23 agosto 2010

Campagna Nazionale "Diritti al mare, diritti del mare" a Sorrento la XV edizione

Anche Sorrento sarà una tappa importante della quindicesima edizione della Campagna nazionale “Diritti al Mare, diritti del Mare”, 2010. L’iniziativa promossa dall’associazione ambientalista VAS Onlus, patrocinata dal Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare, dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Sorrento e realizzata in collaborazione con: la NADD Europe Global Diving Agency agenzia didattica che forma subacquei; l’HSA Italia Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili; il Comando Generale delle Capitanerie di Porto, l’ACTItalia Federazione Nazionale Associazione Campeggiatori e Turisti d’Italia. In occasione dell’edizione 2010, “Diritti al mare, diritti del mare” ha ottenuto l’importante adesione ed il supporto organizzativo dell’UPI Università Popolare Interculturale, nonché l’adesione dell’unieda Unione italiana di educazione degli adulti, dell’UPTER Università Popolare di Roma e della Arci Pesca F.I.S.A. L’obiettivo della Campagna “Diritti al mare, diritti del mare 2010” anche per la penisola sorrentina – afferma il Responsabile VAS circolo di Sorrento è quello di continuare ad incrementare l’attenzione e le conoscenze dei cittadini ed in particolar modo coinvolgendo: Turisti, Campeggiatori, Sub, Diving, Amministrazioni ed Enti pubblici, verso la “Risorsa Mare” quale fonte di Biodiversità, diffondendo ulteriormente la cultura del rispetto per l’ambiente, l’educazione ambientale, l’adozione delle norme comportamentali per la sicurezza in mare e la tutela ambientale nonché l’importanza della salvaguardia e la tutela della Biodiversità e la promozione del territorio nell’ottica di uno sviluppo sostenibile. Tale impegno promosso e sostenuto ormai da anni, oggi trova nuove risorse e nuovi soggetti, come la Scuola e il mondo dell’imprenditoria. In sostanza contribuire, ulteriormente alla salvaguardia ed alla promozione di una delle più importanti risorse e bellezze del nostro paese la “Risorsa mare quale fonte di biodiversità”. Consapevoli dell’importante valore educativo ed ecologico dell’habitat marino, il tutto in piena sicurezza e fruibilità anche per le persone diversamente abili. Infatti Vas Circolo di Sorrento da anni garantisce la salvaguardia dell’Oasi della Regina Giovanna sita al Capo di Sorrento, informando i visitatori circa le norme per una corretta raccolta differenziata e il rispetto del territorio, oltre alla storia che circonda tale sito sotto il profilo archeologico. In questo contesto di attività si inserisce l’appuntamento di Sorrento, sabato 28 Agosto alle ore 11.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Sorrento si terrà la conferenza stampa dal tema Ambiente e Turismo . All’evento interverranno: Il Senatore Presidente Nazionare Vas Guido Pollice, il Coordinatore nazionale delle campagne Vas Walter Iannotti, il prof. Franco Ortolani Ordinario di Geologia Direttore del Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio Università di Napoli Federico II - che afferma “Occorre un piano strategico pluriannuale per il restauro ambientale dei litorali attualmente non balneabili per inquinamento. Si tenga presente che 1 chilometro di spiaggia balneabile e adeguatamente attrezzata può garantire un fatturato annuo variabile da 2 a 4 milioni di euro. Considerando che attualmente circa 30 chilometri di litorale non sono balneabili, entro 5 anni il restauro ambientale e il disinquinamento potrebbero determinare l’incremento del fatturato della fascia costiera di almeno 60 milioni di euro annui. E’ evidente che il corretto uso di una risorsa autoctona di importanza strategica come le spiagge potrebbe garantire migliaia di nuovi posti di lavoro. Alla conferenza stampa saranno inoltre presenti: un Rappresentante della Federalberghi Città di Salerno Federico del Grosso e il Responsabile Confindustria Turismo Sorrento Raffaele Russo, un Rappresentante della Guardia Costiera. L’evento di Sorrento è patrocinata e sostenuta dall’Assessore all’Ambiente Mariano Pontecorvo – che ha dichiarato: “L’iniziativa promossa dall’associazione Vas onlus, di concreto con le categorie produttive e del mondo dell’Università , ha ricevuto subito l’assenso ed il sostegno del Comune di Sorrento, assessorato all’ambiente. La valorizzazione delle risorse ambientali del nostro territorio sono una delle condizioni indispensabili per poter puntare all’eccellenza. Non è semplice e non è facile – Ma insieme possiamo farcela”. All’incontro inoltre saranno presenti le associazioni locali che da anni sostengono tali iniziative e saranno proiettati video sulla flora e fauna marina delle nostre coste a cura del documentarista Mattia Lauro. “Diritti al mare, Diritti del mare 2010” è diretta alla sensibilizzazione sulle tematiche di salvaguardia ambientale della risorsa mare e della sua biodiversità e alla corretta informazione sulle norme comportamentali per garantire sicurezza e coinvolgimento attivo nel monitoraggio ambientale sullo stato di salute del nostro mare e delle nostre coste con la consapevolezza di dover rendere partecipe chi si avvicina al mondo del mare attraverso immersioni e attività di snorkeling, quali subacquei ricreativi e turisti appassionati del mondo sommerso nell’ottica di un turismo ecosostenibile. Da studi recenti è stato rilevato che ogni anno in Italia più di 400.000 persone hanno avuto contatti con la subacquea di cui 250.000 possono definirsi sub praticanti e 150.000 invece sono sub attivi tutto l’anno. (Fonte NADD - HSA - CIAS confederazione italiana attività sub).
Lungo le coste italiani, mediamente, in un anno vengono effettuate oltre un milione di immersioni subacquee a cui vanno aggiunte le centinaia di migliaia di persone che praticano attività nautiche e frequentano gli ambienti acquatici marino-lacustri e con immersioni in apnea o attività in seawatching e snorkeling. “Diritti al mare, Diritti del mare 2010”, dedicherà particolare attenzione all’azione formativa ed educativo di chi si avvicina il mondo dello sport subacqueo e degli appassionati di attività nautico ricreative nonché del mondo diportistico illustrando le azioni importanti a garantire una navigazione ed una immersione in piena sicurezza e nel rispetto dell’ambiente marino. Tali azioni comunicative coinvolgeranno tutti gli attori/operatori del settore e verranno consegnate loro gli strumenti informativi e di rilevamento appropriati.
I sub e gli appassionati di seawatching e snorkeling, formati da VAS, NADD e HSA, attraverso materiale divulgativo opportunamente creato verranno forniti di una “Guida alle norme comportamentali per la sicurezza in mare, scheda di segnalazione ecologica e registro immersioni” dove poter segnalare dopo ogni immersione i dati rilevati (presenza di rifiuti di varia natura in mare o sui fondali; casi di abusivismo o di presenza di barriere architettoniche e/o ostruzioni al libero accesso al mare; presenza di specie aliene; danno ambientate; ecc). L’assessorato all’ambiente del Comune di Sorrento, anche negli anni precedenti, con la collaborazioni di associazioni locali hanno effettuato la pulizia dei fondali marini, rimuovendo dalle nostre acque quintali di rifiuti e di materiale inquinante. Quest’anno si continuerà a garantire il rispetto delle norme per l’ambiente , pertanto VAS, attraverso l’azione di vigilanza, annuncia l’attivazione del Numero Verde nazionale 800.866158 di allerta rapido contro i crimini ambientali perpetrati in mare e lungo le coste. Il servizio sarà in funzione 24 ore su 24 con segreteria telefonica, a cui è possibile accedere da tutta Italia e lasciare segnalazioni riguardanti: casi di inquinamento della spiaggia, del mare e dei corsi d’acqua; preclusione di accessi al mare; ingombro della battigia non soggetta a concessione, che quindi deve rimanere libera ed accessibile a tutti; mancanza di accessi e strutture per disabili; incuria dei varchi tra gli stabilimenti (la pulizia è a carico del concessionario della spiaggia); tariffe improprie o obblighi di comprare “pacchetti” comprendenti servizi non richiesti oltre all’ingresso (sdraio, ombrelloni, cabine in abbonamento stagionale, ecc.); natanti a motore troppo vicini alla spiaggia; casi di abusivismo edilizio; disservizi, sopruso, casi di inquinamento e di violazione delle norme vigenti, che avvengono lungo le coste del nostro paese. Inoltre – aggiungono gli ambientalisti - le segnalazioni oltre che al numero verde potranno arrivare anche attraverso la posta elettronica all’indirizzo e-mail: campagna.mare@vasonline.it possibilmente correlate da foto.
Assessore Mariano Pontecorvo
I dati raccolti verranno catalogati e messi a disposizione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione per la Protezione della Natura, Comando Generale delle Capitanerie di Porto, Enti ed amministrazioni locali, Università e centri di ricerca.

per segnalare casi di inquinamento, violazioni ambientali e disservizi